la mia vera storia

Lucia Giovannini ci racconta la sua vita. Non la biografia ufficiale, ma come ha vissuto i sui momenti e gli eventi che l’hanno condotta verso la crescita personale.

Se c’è una costante nella mia vita, è il viaggio.

Ho iniziato a viaggiare da piccola: ho trascorso parte della mia infanzia in Tanzania(che proprio nell’anno della mia nascita, 1964, è diventata indipendente dalla corona britannica), Zambia (che allora ospitava i rifugiati dalle persecuzioni razziali del Sudafrica) e Nigeria (forse il paese con il maggior numero di etnie differenti). Credo che tutto ciò abbia avuto una forte influenza sulla mia vita.

Credo sia stata l’atmosfera che si respirava nell’Africa di allora, i colori dei tramonti, i profumi della terra rossa, gli occhi meravigliati dei bambini nelle tribù a spingermi fin da piccola a esplorare i misteri e le potenzialità dell’animo umano.
Credo sia stato il vedere animali uccisi dalla sete e dai bracconieri, bambini soffrire la fame o donne morire di parto in mezzo alla sporcizia a far nascere in me una profonda spinta a fare qualcosa per alleviare la sofferenza, a tutti i livelli, umana e animale, fisica e psicologica. Questa spinta mi ha accompagnato per tutta la vita, e il viaggio è diventato ben presto la metafora del viaggio interiore.

Credo sia stato il bisogno di risposte alle mie domande esistenziali a portarmi (dopo aver sfinito famigliari ed insegnanti) allo studio della psicologia occidentale, delle filosofie orientali e della antropologia.

Hai sempre fatto questo lavoro? spesso mi viene chiesto. Assolutamente no. Questo lavoro è il risultato di un grande cambiamento.

Negli anni 80 ho iniziato “per caso” a fare la modella, lavoro che era iniziato come un modo per sostenermi agli studi ma che è diventato presto una vera professione. Ecco di nuovo la possibilità di viaggiare per il mondo e raccogliere conoscenza! In oltre 10 anni ho riempito il mio passaporto di visti. Tra gli altri paesi, sono stata in Australia, Corea, Nepal e India, Messico, Guatemala, Venezuela, Filippine, Tailandia, Brasile, Costa Rica, Bolivia, Perù.

In diversi di questi luoghi ho trascorso parecchio tempo e ho potuto approfondire i miei studi antropologici. Spesso ho avuto l’onore e la fortuna di incontrare maestri straordinari che mi hanno fatto dono del loro antico sapere . Nel frattempo continuavo a frequentare i corsi di psicologia e divoravo ogni testo sull’argomento che mi capitava tra le mani.

La fiamma della conoscenza divampava oramai inesorabile dentro di me, fino al punto da spingermi a un totale cambiamento. Sentivo che dovevo dare il mio contributo passando agli altri quello che avevo appreso durante tutti questi anni. Così ho preso una delle decisioni più difficili della mia vita: abbandonare tutto (anche le “certezze”che mi ero creata aprendo tre società: un’agenzia di moda, una scuola di modelle e uno studio di organizzazione di sfilate!) per divulgare gli insegnamenti che avevo ricevuto.

Attualmente conduco corsi, conferenze e seminari per gruppi e aziende a livello internazionale. In ogni paese ho imparato qualcosa di nuovo su cosa rende gli esseri umani felici e realizzati e cerco di applicare questi insegnamenti nella mia vita, nei miei corsi, seminari e libri.

Nel 1999 ho fondato l’associazione BlessYou! che si occupa di sviluppo della consapevolezza personale e sociale e… il resto potete leggerlo nella mia biografia ufficiale .

Ciò che desidero è che il mio lavoro aiuti le persone a vivere meglio, ad avere la forza di credere nei propri talenti e la capacità e il coraggio di svilupparli.
Credo che il miglioramento personale passi attraverso l’aumento della propria pazienza e compassione, la diminuzione del giudizio, la ricerca dello scopo della propria vita e la volontà di condividerlo col mondo. Credo che portando pace dentro di noi e amore nelle nostre relazioni, possiamo aiutare il mondo a vivere in pace.

Se vuoi saperne di più clicca sulla mia bio ufficiale, o su dicono di me!